In quanto grandi sostenitori degli eventi e attività a supporto del settore culturale e creativo, non potevamo mancare alla prima edizione di EUREKA 2022, Fiera della Cultura e della Creatività che si è svolta a Pordenone nelle giornate di giovedì 20 e venerdì 21 Gennaio.

La fiera si è posta l’obiettivo di indagare il rapporto tra cultura e impresa come chiave per lo sviluppo e ha visto la partecipazione dei referenti di importanti realtà aziendali così come di imprese culturali e creative. I temi trattati sono stati numerosi e hanno spaziato dall’inclusività alla riscoperta e valorizzazione dell’artigianato, passando per il racconto dell’eccellenza italiana nel settore della moda e del design.

Gli interventi dei moderatori ci hanno offerto uno spunto di riflessione su quale può essere il ruolo dei servizi linguistici nella creazione di sinergie tra imprese cosiddette “tradizionali” e quelle creative. Nel caso di progetti dal respiro internazionale in modo particolare, abbiamo avuto la conferma della necessità di mantenere vivo, attraverso la traduzione, il racconto dei valori che sono alla base di qualsiasi attività imprenditoriale, grande o piccola che sia. La traduzione creativa, o Transcreation, è lo strumento che meglio si addice a tale attività, capace di combinare lingua e linguaggio per salvaguardare e rafforzare l’unicità di ogni marchio.

Siamo rimasti ancora una volta piacevolmente colpiti dalla capacità di aziende, fondazioni, musei e associazioni di innovarsi e rinnovarsi, muovere energia per creare opportunità laddove la complessità, prima ancora che un ostacolo, rappresenta una preziosa palestra. Attendiamo con impazienza la prossima edizione e siamo felici di essere testimoni di un cambiamento che vede nell’arte e nella cultura in tutte le sue forme il cuore pulsante dell’innovazione e del futuro.


Elena, del nostro team, poco prima dell’inizio della Fiera